• 337 756289 - 331 6485438
  • info@terminalinvestigazioni.com

Archivio dei tag specchio

La truffa del pongo

4204-auto-nuova-graffiLa truffa del pongo ha per vittime gli automobilisti ed è una variante della famosa truffa dello specchietto  dove il truffatore fa credere alla vittima di essere stato urtato riportando un danno allo specchietto dell’auto, danno che in realtà era già presente.
A volte i truffatori rompono di proposito lo specchietto di una qualsiasi vettura parcheggiata ed adescano le vittime facendogli credere che, passando con la loro autovettura, abbiano rotto lo specchietto, contestano un danno sommario e chiedono i soldi in contanti “perchè altrimenti ti aumenta l’assicurazione”. La vittima paga ovviamente per convenienza.

La variante che ci hanno segnalato consiste nell’utilizzo da parte del truffatore (spesso più di uno) di una pallina di pongo che viene lanciata durante un sorpasso fatto dalla vittima.

Il pongo, data la velocità di corsa delle auto, si plasma nella carrozzeria e fa credere alla vittima di avere subito un danno, di avere in effetti urtato una vettura mentre la stava sorpassando, del resto la particolarità del pongo, oltre al botto “sordo” simile ad un urto fra due vetture, lascia evidenti righe di colore bianco nelle carrozzerie.

La vittima si ferma per capire cosa sia accaduto, anche perchè viene inseguito dall’auto dei truffatori che iniziano a lampeggiare e suonare. Molti si dimostrano amichevoli e gentili, altri arroganti e dai modi bruschi e precisi, l’epilogo è sempre lo stesso, viene mostrato un graffio già fatto in precedenza, vengono chiesti dei soldi, si finge un accordo fino a chiedere quanto la vittima ha in tasca, nella peggiore delle ipotesi la vittima viene accompagnata ad un bancomat. Qualche centinaia di Euro, giusto per non segnalare il danno all’assicurazione, altrimenti questa aumenta.

COME AGIRE?

In primo luogo MAI dare soldi a chi contesta un incidente, controllare i danni sulla propria vettura e su quella “urtata”, i graffi fatti dal pongo vengono via grattando leggermente la carrozzeria apparentemente danneggiata.

Se la controparte si dimostra aggressiva, se pretende denaro, chiedete aiuto ai passanti e chiamate le forze dell’ordine.

Ci sono pervenute comunque segnalazioni un po’ da tutta Italia.