• 337 756289 - 331 6485438
  • info@terminalinvestigazioni.com

Archivio dei tag sms

Virus dei telefonini, conti correnti svuotati, furto per 36 milioni di Euro

hackerUn nuovo virus informatico creato da un gruppo di malviventi ha permesso una serie di furti alle banche per un totale che supera i 36 milioni di Euro.
I clienti di una trentina di banche si sono ritrovati il conto corrente letteralmente svuotato, fra questi anche cittadini italiani

Il colpo è stato messo a segno bypassando le misure di sicurezza informatica delle banche, nei protocolli di dialogo tra queste ed i telefoni cellulari dei clienti tramite messaggi SMS.

Il virus colpisce infatti il telefono cellulare dei cittadini malcapitati installando un “trojan” (nome tecnico che prende il riferimento al famoso “cavallo di Troia” che, come tutti sappiamo, al suo interno conteneva i nemici nascosti. In questo caso il virus si “veste” come normalissimo file di sistema ma, al suo interno, contiene il codice utilizzato per il furto).
Al momento della connessione col computer fisso, il virus si installa ed in automatico ruba i dati d’accesso al conto bancario ogni qualvolta vengono effettuate operazioni in linea.

Dal momento in cui i malviventi si appropriano dei dati di connessione alla banca al momento in cui il conto corrente viene prosciugato passano davvero pochi istanti.
Purtroppo è considerato un furto di dati personale che le banche affidano ai clienti e, di conseguenza, queste declinano le responsabilità, quello che è perso è perso.

Gli investigatori sono comunque all’opera per rintracciare gli autori dei reati, le operazioni però vengono fatte soprattutto offline visto che il cybercrime non lascia tracce facili da seguire, gli indirizzi IP di chi commette questo tipo di reato sono sempre alterati.
L’unica possibilità e quella di investigare al di la della rete, dove spesso queste persone si tradiscono.

Quello che a voi lettori deve interessare è appunto la tutela dei vostri risparmi, sia il telefono cellulare che il computer di casa devono essere bonificati regolarmente con un antivirus (ce ne sono anche di gratuiti sia per computer fissi che per telefonini).

Da indagini condotte, i cellulari colpiti dal virus sono quelli che utilizzano il sistema operativo Android, anche i Blackberry sono vulnerabili al virus, mentre l’iPhone è per il momento immune.

Terminal Investigazioni